Alternanza scuola-lavoro

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
L.107/2015 Art.1 c.33-43

COS’E’?

L’Alternanza scuola lavoro (ASL) costituisce una combinazione di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro.
Essa integra le attività didattiche tradizionali, consentendo agli studenti di acquisire competenze trasversali apprezzabili nel mondo del lavoro, mediante un’esperienza in orario scolastico o extrascolastico.
Per il Liceo essa ha una forte valenza in termini di orientamento post-liceale, sia universitario che di progetto di vita professionale.

A COSA SERVE?

Per gli studenti è:
- un’esperienza orientante per il futuro universitario e lavorativo dello studente
- un modo per favorire la conoscenza di sé e della società contemporanea
- un’occasione di autonomia e di sviluppo del pensiero critico
- un modo per esercitare la responsabilità e riflettere sull’etica del lavoro

Per gli insegnanti è un modo per sperimentare nuovi modalità di insegnamento e valutazione delle competenze

QUANTE ORE DI ASL DEVO FARE?

La legge 107/2015 stabilisce un monte ore obbligatorio per l’Istruzione Liceale pari a 200 da svolgersi complessivamente sull’arco del secondo biennio e anno finale, ovvero in terza, quarta e quinta classe. La frequenza non può essere inferiore al 75% dell’ammontare previsto, esattamente come per le lezioni “normali”.
L’obbligatorietà diventerà ancor più vincolante nell’a.s. 2018/2019, quando lo studente dovrà esporre la propria esperienza di ASL nel colloquio dell’Esame di Stato.

CHI PROGETTA L’ASL?

Rientrando l’ASL a pieno titolo nelle attività didattiche, scelta della tipologia di attività, distribuzione nel triennio e programmazione dettagliata delle attività è compito del singolo Consiglio di classe.
Il Consiglio di classe deve:
- elaborare una progettazione dei percorsi formativi, in coerenza con il PTOF
- seguire la realizzazione delle singole attività
- valutare e certificare i risultati raggiunti.

COME SI SVOLGE?

Sono previste attività di formazione in classe, di stage, di visita aziendale, con attenzione in quinta classe alla preparazione all’Esame di Stato.
Una delle modalità per realizzare le attività di alternanza scuola lavoro è anche l’impresa formativa simulata, che è un’azienda virtuale animata dagli studenti.

Fuori della scuola

Attività individuale e di gruppo, svolta all’esterno della scuola ed in orario extracurricolare, di ricerca, studio, stesura di relazioni, diario di bordo, …

In aula

Attività individuale e di gruppo, svolta in orario curricolare, di ricerca, approfondimento, recupero, verifica con la presenza del docente di classe ed, eventualmente, di esperti esterni o testimoni privilegiati.

In laboratorio

Attività individuale e di gruppo, svolta in orario extracurricolare di ricerca, approfondimento, recupero, con la presenza del docente di classe ed, eventualmente, di esperti esterni o testimoni privilegiati.

Tirocinio

Attività individuale e di gruppo, svolta in orario curricolare e extracurricolare presso un ente, un’associazione o un’azienda. Possono essere attività di stage o di visita aziendale.

COME VIENE DOCUMENTATA?

Tutte le competenze acquisite e le esperienze in alternanza sono raccolte nel curriculum dello studente.
Il Tutor, aiutato dal Team di supporto, inserisce nel Registro elettronico le attività svolte e le relative valutazioni.
Al termine del percorso formativo viene rilasciato un attestato di certificazione delle competenze.

E LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI ASL?

Costituisce parte integrante dell’alternanza lo svolgimento di corsi formazione sulla sicurezza, organizzati dal Liceo Bagatta.
L’attestazione di formazione generale e specialistica sarà poi spendibile nel mondo del lavoro.

SE HO GIA’ DEGLI IMPEGNI NEL SOCIALE?

Per gli studenti che per esempio svolgono prolungati periodi di studio all’estero, oppure che frequentano lezioni pomeridiane al Conservatorio o che praticano attività sportive a livello agonistico, il Consiglio di classe può personalizzare il percorso triennale di alternanza scuola lavoro, valorizzando le esperienze e le competenze maturate nei diversi ambiti formativi.

COSA FA IL LICEO BAGATTA?

Il Liceo ha diversi anni di esperienza di ASL in diversi ambiti:

  • AMBITO DELL’ISTRUZIONE (scuola dell’infanzia, scuola primaria,…)

  • AMBITO TURISTICO-ALBERGHIERO (strutture recettive, enti di promozione turistica, pro loco…)

  • AMBITO CULTURALE (Soprintendenze, biblioteche, musei, fondazioni, comuni,…)

  • AMBITO SANITARIO E SOCIO-ASSISTENZIALE (ospedali, cliniche, RSA, ambulatori, farmacie, centri riabilitativi, ANFFAS, cooperative sociali,…)

  • AMBITO AZIENDALE E DELLE PROFESSIONI (aziende, studi professionali,…)

Qualche esempio? Attività di valorizzazione del patrimonio monumentale, museale e librario, guida turistica, scavo archeologico, front-office in alberghi, attività nelle scuole dell’infanzia e primarie, nei servizi alla persona, nelle cooperative di solidarietà…

OPERATIVAMENTE, CHI SI OCCUPA DI ASL?

I progetti di alternanza prevedono la presenza di due Tutor:

il Docente Tutor interno, individuato dal Liceo Bagatta,

  • elabora il percorso formativo;

  • svolge il ruolo di guida e assistenza degli studenti;

  • gestisce le relazioni con il tutor esterno,

  • monitora le attività;

  • valuta se sono stati raggiunti gli obiettivi;

Il Tutor formativo esterno, individuato dall’organizzazione/impresa/ente partner,

  • concorre con la scuola alla definizione delle attività e delle competenze da acquisire,

  • accoglie e affianca lo studente durate lo stage,

  • monitora l’allievo e lo valuta al termine dell’esperienza.

CHI VALUTA LE ATTIVITA’ DI ASL?

I periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro sono parte integrante del curricolo dello studente e sono oggetto di verifica e valutazione da parte del Consiglio di classe, con una ricaduta sulla valutazione finale dello studente.
Alla valutazione concorreranno anche i tutor aziendali e si utilizzano griglie di valutazione, questionari, verifiche, test/prove esperte.

QUAL E’ LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL LICEO BAGATTA?

Gli organi che si occupano di ASL al Liceo Bagatta sono:

  • Il Consiglio di classe, che progetta l’attività

  • Il Tutor, scelto dal Cdc o dal Dirigente scolastico, che segue lo studente nell’attività (vedi sopra)

  • Il Docente referente per l’ASL, che sovrintende operativamente tutte le attività e fa da tramite tra la Commissione ASL e il Dirigente scolastico

  • La Commissione Alternanza scuola lavoro, composta soprattutto da Tutor, che valida il quadro complessivo della progettazione e propone le Linee Guida

  • Il Team di supporto, che aiuta i Tutor a inserire i dati nel registro elettronico

  • I Docenti, appositamente formati, che svolgono le attività di formazione sulla sicurezza

  • İl Dirigente scolastico, che in qualità di legale rappresentante firma le convenzioni, intrattiene rapporti con il Territorio ed è responsabile di tutte le attività

  • Il Collegio docenti, che elabora le Linee guida dell’ASL.

  • La Segreteria, che gestisce le singole pratiche.

QUALI SONO LE LINEE GUIDA DEL LICEO BAGATTA PER L’A.S. 2017/2018?

Il Collegio docenti ha deciso che è importante

- contemperare esigenze di personalizzazione dei percorsi con criteri di sostenibilità didattico-organizzativa;
- adottare un sistema misto che preveda l’introduzione di una certa flessibilità e opzionalità;
- aumentare il numero delle convenzioni con partner del nostro territorio e congruenti con il profilo in uscita del Liceo;
- fare in modo che le convenzioni non siano mai a titolo personale, ma debbano avere sempre una ricaduta più ampia sulla scuola;
- trasformare almeno parte dei progetti del Liceo in attività di alternanza scuola lavoro;
- analizzare la fattibilità di ASL svolta nell’ambito degli scambi con l’estero;
- utilizzare al meglio il modulo del Registro elettronico per la registrazione delle attività utili al consuntivo necessario per l’Esame di Stato.

Nell’anno scolastico 2017/2018:

- CLASSI TERZE: viene mantenuto il modello per classe (tutti gli studenti seguono lo stesso progetto definito dal Consiglio di classe);
- CLASSI QUARTE: si utilizza il modello per ambiti, nel quale il Tutor di classe segue gli alunni in attività diversificate;
- CLASSI QUINTE: in fase transitoria, in attesa dell’Esame di Stato riformato (previsto per l’a.s. 2018/2019) viene mantenuto a scorrimento il modello per classe.